La Cruda Realtà degli Allevamenti Intensivi in Italia

Condividi

Carissimi,

Ieri ho visto “Report” su Rai 3. Di solito non commento i programmi televisivi, ma non posso restare indifferente di fronte a ciò che è stato trasmesso.

Il documentario trattava degli animali mandati al macello per alimentare la popolazione. Non entro nel merito dell’etica della questione, ma sono rimasta sbalordita dal modo in cui questi animali vengono trattati.

Tacchini bastonati per ucciderli perché non utili al macello, che devono raggiungere un certo peso in tempi molto brevi; lo stesso vale per maiali e mucche, lasciati a marcire nello sporco per mesi… Tutto questo mentre cerchiamo di dare un senso alle nostre coltivazioni con finanziamenti europei, che permettono alle aziende di prestare la giusta attenzione all’allevamento intensivo. Creiamo oasi del WWF e altre meraviglie che hanno fatto ritornare animali che da tempo avevano lasciato il nostro territorio.

Mi chiedo perché non vengano fatti i nomi di queste aziende, perché non vengano licenziati immediatamente questi dipendenti. Perché? Perché? Perché?

La nostra associazione è in prima linea per la tutela di questi animali, affinché vengano trattati come si deve.

Ci complimentiamo con “Report” per aver realizzato un servizio così complesso e potenzialmente rischioso.

Tuteliamo gli animali a prescindere.

About the Author

Potrebbe piacerti